Botta e Risposta del Dott.Brozzi

By on 26 Giugno 2014

Buon tutto cari deliziosi lettori della nostra rubrica, come da tempo ormai, devo nuovamente scusarmi con voi per questa improvvisa sparizione, ma com vi ho già scritto in precednza il Dott. Brozzi è indaffaratissimo con l’editore del suo nuovo lavoro e non ha molto tempo da dedicraci.

Così abbiamo pensato che le poesie inviatemi, possiamo comunque pubblicarle anche oggi

Iniziamo subito con delle fantastiche rime che mi ha consegnato il padre di uno degli amici di sempre mio e del Dott. Brozzi, le rime furono scritte dall’autore per l’unica donna che ha amato e che è la sua attuale consorte, sembra che sia stato un amore contrastato dalla famiglia di lui, che però non è riuscita a far desistere Gino, questo il nome del poeta, dall’idea di sposare Rosetta….anche perché dopo sessant’anni i due piccioncini stanno ancora inisme, quindi amici vi riporto le rime che mi sono state consegnate:

Quando il cielo

cambiò colore,

la luna

si stancò di camminare

e le stelle

smisero di brillare,

fu allora che io

iniziai ad amare……

Gino Argomenti

Vi garantisco amici miei che ho incontrato Rosetta e Gino poco tempo fa e il loro amore perdura……ma andiamo subito a leggere un altro stupendo scritto di Ivan, il frequentatore più assiduo della nostra rubrica:

Ogni giorno che Dio mi regala inizio a lottare, giorno dopo giorno..

Nella mia Vita non c’è alcun giorno “scontato”..lotto contro le mie paure, i miei limiti..

Combatto con fatica contro la parte peggiore di me, i pensieri negativi,

gli scheletri del  passato,il Mio passato..

lotto per crescere e migliorare come persona..

devo “sudarmi” ogni Mio sorriso,

perchè la maggior parte di quelli che “stampo” sono finti sorrisi..

M hanno rubato un po di Vita, e niente e nesuno mi darà la possibilità di riviverla come merito..

ho “pagato” tanto, anche per colpe non mie..mi hanno tradito

Mhanno fatto “male”..mi hanno piegato, ma non spezzato..

tante volte sono caduto a terra, mi sono rialzato da solo..e sono stato spesso da solo,

perchè ho preferito non essere ipocrita tra gli ipocriti..

ma non sono un “debole”, sono un “forte”,

la mia Vita lo dimostra perchè, se Dio vuole,

ogni giorno che mi viene regalato inizio a lottare..

 

Ivan Vita

Bravo Ivan devo riconoscere che migliori ogni volta di più, allora amici passiamo alla poesia scritta dal nostro amico Franco Giacomo o Giacomo Franco……

Felicità

Se pur tu fossi
la scia di una meteora
ti fisserei nel buio…
del cuor mio.
Se fossi i cerchi
di un sasso
dentro il lago
ne inseguirei le onde
a perdifiato..
Felicità, tu esplodi
all’improvviso
immensa poi
ti annidi.
All’infinito!!

Giacomo Franco

Eh si la felicità si annida e non ci lascia, sempre che però non ci lasci la persona che l’ha fatta esplodere, un’altra bellissima poesia ci è stata mandata da una signora che ci chiede di non scrivere il suo nome ed io con il Dott.Brozzi per rispetto non lo scriveremo,  ma leggiamo queste rime:

Ama senza proferir parola

ed ama sempre.

Puoi farlo più di un gran poeta,

questo c’è in te che mi sconvolge il cuore.

Tutto è iniziato quasi senza tempo,

quel che ricordo mi rattrista assai,

vorrei non averti ritrovato

perché mi sento sola e tormentata.

Il tuo ricordo mi farà soffrire.

ma vivrò di te fino alla morte.

Povero amore mio tanto sfortunato,

non saprai mai quanto mi tormento.

Io amo Amore e tu lo sai.

Non poteva mancare il nostro amico Sabato con le sue rime:

La verità

La verità è fuori discussione
Esiste da che è mondo ed è antica
Colui che ascolta coglie l’occasione…
E incassa senza sforzo e né fatica

Tagliente è come lama di un pugnale
Vien fuori sempre come una sorpresa
Colpisce chi ha sbagliato e poi fa male
Annulla il compromesso e ogni difesa

La verità è il fulcro dove appoggia
Quello che è reale e tutto regge
Chi la conosce sempre tutto sfoggia
cancella la menzogna e detta legge

in tribunale il Giudice l’accetta
scopre le carte contro ogni bugia
colui che è colpevole si aspetta
la sua condanna per pagare il fio

purtroppo in questa nostra società
prevale l’ingiustizia e ipocrisia
nessuno più l’osserva e mai saprà
quello che passa tra verità e bugia

è diventato un fatto quotidiano
ogni giorno tutti ne parliamo
ormai non vale più essere Italiano
ognuno si domanda : dove stiamo?

non mi aspetto i vostri complimenti
ho detto solamente ciò che penso
e se qualcuno di voi farà commenti
mi aspetto perlomeno un “po’ di senso”

SABATO D’AMATO

Che grande cosa la verità…..la preferisco anch’io all’ipocrisia di molti che con il loro modo di fare creano solo confusione, allora leggiamo insieme uno dei sonetti del nostro affascinante dottore, del quale molte donne si sentono attratte fino a divenire anche cattivelle nei suoi riguardi…….io resto del parere che è un gran autore e voi?

 “Quanta bella coruzzione che si fugge tutta via …”

Ducento paesi vonno n’padijone
pe studià come nutrì er pianeta
costruenno per magnà cometa
garante n’futuro de bona colazzione.

Uno è n’funzione, quello d’a coruzzione!…
Co sempre le stesse frecce n’faretra,
uguali n’tutto, in que facce de pietra
che fanno d’ogni italico n’ber cojone.

Pare che pe bilancia l’esportazzione,
così armeno dicheno l’esperti,
ce vò n’bon incentivo: la coruzzione.

Speriamo! Perché si conteno i marioli
affinchè quarcun de noi esporti,
allora tranquilli, in quello semo soli.

Mario Brozzi

Vorrei farvi leggere uno dei miei nuovi sonetti, molti sono in fase di….correzione, ma credo che questo non l’abbiate letto, sapete che io sono una fissata, sempre alla ricerca di rime nuove, dunque:

ER MEZZO PADRE

Te che t’atteggi a prepotente,

te che padre bbono nun sei mai stato,

te che pe ‘na moje nun hai lottato,

te che eri sempre poco cosciente,

te che sei solo un nullatenente,

te che dici d’essete accasato,

te che ‘na principessa hai lasciato,

te co ‘na mamma troppo invadente,

che me voi insegnà come  fa la madre,

te ch’abbisogni de dù sganassoni,

che perdi tempo a tifà solo squadre,

te che nun sei ommo da pantaloni,

ricordete: le fije nun so mezzadre,

o ce stai, o te levi dai @@@@ni!

Laura Cugini

Grazie per essere stati con noi ed aver partecipato alla lettura e alla stesura di queste rime, arricchendo sempre più la nostra rubrica e grazie al direttore di www.informazionequotidiana.it il giornale telematico che ci ospita e che ci offre giornalmente le notizie da tutto il mondo.

Sperando d’incontrarvi nuovamente io e il Dott. Brozzi vi salutiamo aspettando di scrivere insieme a voi un’altra pagina di Botta e risposta

Un abbraccio virtuale a tutti

Brozzi

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.