Botta e Risposta del Dott.Brozzi:”L’amore messo in saccoccia”

By on 20 Ottobre 2013

BrozziIQ. 20/10/2013 – Buon pomeriggio gente mia che pensate!

La “Capocciata der giorno” se tale possiamo definirla, la dedico alla sottile differenza esistente tra Amor Sacro e amor profano.

Per questo ho scritto un sonetto che spero si comprenda…..giustamente e senza doppi sensi……….poi se qualcuno vi si dovesse riconoscere, ebbene amici, non è colpa mia, sono cose che capitano.

“L’amore messo in saccoccia”

Lo tirò fora d’andò geloso’o custodiva

E n’appena lei o vide, de corpo trasalì

Quanno l’avena visto uno gonfio e grosso così?

Quò sguardo -d’artronne- ogni emozion tradiva

Lentamente lui je l’avvicinò, puro a capì

Mentre lei in provocata timidezza arossiva

Tentanno da fà la timida, ma se capiva

N‘era a prima vorta che ce se trovava lì

Avidamente ja’llungò a mano p’acchiappallo

Lui co maschile orgojo serò l’occhi e’o ritrasse

Volenno saggià l’amore prima che a lei dallo

Ma come na cavalla c’annusa er quadrifojo

Co la destrezza de l’esattoria de tasse

Riaperti l’occhi, ereno spariti sia lei ch’er portafojo!

Affettuosamente Mario Brozzi

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.