BLOCCO CONTRATTI, BOMBARDIERI (UIL): A QUANDO SERIA POLITICA ECONOMICA?

By on 4 Settembre 2014

“A pagare sono sempre gli stessi. L’ultima idea riformista e rivoluzionaria del Governo conferma per il quinto anno consecutivo il blocco dei contratti della pubblica amministrazione, con ricadute pesanti quindi anche sulla nostra regione che conta 400 mila dipendenti pubblici”.

Così il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Pierpaolo Bombardieri.

“Oltre al danno che subiranno i dipendenti pubblici – prosegue Bombardieri – non vorremmo assistere ad uno spirito emulativo nel privato dove i mancati rinnovi e le disdette dei contratti sono già numerosi. Bisogna considerare che oltre al mancato rinnovo, il Lazio conta oltre 50 mila cassaintegrati e una disoccupazione giovanile pari al 45%. A quando una decisione che cambi profondamente le scelte economiche di questo Paese? Come si può pensare di continuare ad invocare la ripresa se si continuano a mortificare i lavoratori che vedono diminuire costantemente il proprio potere d’acquisto?

E’ triste, per usare un eufemismo – commenta il segretario UIL – vedere dirigenti politici del partito che è stato di Berlinguer sostenere che per superare il precariato nella scuola bisogna bloccare i contratti del pubblico impiego.

A quando una seria politica di lotta all’evasione e all’elusione fiscale? E a quando un serio intervento sui patrimoni economici e immobiliari di questo Paese? A quando una riduzione secca del 50% dei costi della politica?”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.