Bce prepara nuove misure

By on 6 Novembre 2014

La Bce è al lavoro su nuove misure per spingere l’inflazione, e il consiglio direttivo per la prima volta sottoscrive unanimemente l’obiettivo dei 1.000 miliardi di aumento dei prestiti. Sono i due elementi con cui il presidente Mario Draghi ha da una parte spazzato le polemiche su una spaccatura ai vertici, di fatto sfidando la Bundesbanke dall’altra rilanciato le attese dei mercati per un ‘quantitative easing’ che si avvicina sempre di più. Lo sfondo è quello di un’inflazione che resterà debole nei prossimi mesi (non distante dallo 0,4% di ottobre) e una ripresa a rilento con rischi al ribasso. Al punto che l’Ocse, nel suo Economic Outlook, parla dell’Eurozona come un “rischio rilevante per la crescita mondiale”, sottolineando le debolezze di Germania, Francia e Italia. Invitando l’Eurozona a usare “tutto il margine disponibile nell’ambito delle regole” e la Bce a “un acquisto consistente di asset fino a quando l’inflazione non sarà tornata in linea” con il 2%.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.