Bandiere russe sono apparse all’aeroporto Maquetià, poco fuori Caracas

By on 27 Marzo 2019

Bandiere russe sono apparse all’aeroporto Maquetià, poco fuori Caracas, dipinte su due aerei, un jet per il trasporto passeggeri e un cargo partiti dall’aeroporto Chkalovsky di Mosca e atterrati nella capitale venezuelana dopo uno scalo in Siria. A bordo, secondo quanto riferito dal giornalista Javier Mayorca, un centinaio di militari russi, tra cui il Capo delle forze di terra di Mosca Vasily Tonkoshkurov, e 35 tonnellate di materiali. Una semplice visita di rappresentanti di un Paese con cui il Venezuela mantiene una cooperazione militare, hanno poi spiegato fonti governative del Paese sudamericano. “Consultazioni”, ha scritto l’agenzia Sputnik, vicina al Cremlino, citando fonti dell’ambasciata russa, visto che tra i due Paesi ci sono “vari contratti in corso di esecuzione, contratti di carattere tecnico militare”.

Ad appena tre mesi dall’ultima missione dei bombardieristrategici russi Tu-160 nel Paese e con la sempre maggiore instabilità della presidenza di Nicolás Maduro, quella di Mosca assomiglia più a una mossa per impedire l’intervento delle forze americane ed europee, che hanno riconosciuto l’autoproclamato presidente Juan Guaidó, in un Paese ancora troppo importante per il Cremlino. Un’operazione simile a quella portata avanti in Siria per proteggere Bashar al-Assad.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.