Bambino di 5 anni viveva in mezzo all’urina, ai peli e agli escrementi di numerosi cani.

By on 10 novembre 2018

Un bambino di 5 anni è stato sottratto ai genitori italiani, entrambi occupati in un importante negozio di Livigno (Sondrio), perché facevano vivere il piccolo in mezzo all’urina, ai peli e agli escrementi di numerosi cani di grossa taglia. Un appartamento vicino a diversi chalet e villette in legno e sasso extralusso della località extradoganale, che conta oltre 4mila residenti. Sono stati i carabinieri forestali della caserma di Bormio (Sondrio), con personale sanitario del Dipartimento di veterinaria dell’Ats della Montagna, a scoprire il degrado in cui viveva il piccolo. Una situazione della cui esistenza, da quanto emerso dalle indagini, tanti probabilmente sapevano, ma non si interveniva lasciando passare il tempo.

Il magistrato di turno alla Procura dei minori di Milano, informato della scoperta, ha sollecitato il sindaco Damiano Bormolini a emettere un’ordinanza immediata per gravi problemi igienici.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.