AST Terni,Accordo siglato.

By on 4 Dicembre 2014

“Si è chiusa la vicenda dell’AST Terni”. L’annuncio è del premier Matteo Renzi, durante il question time di ieri  alla Camera, che esprime “grande soddisfazione del Governo”.

“Il salvataggio della Ast di Terni è un ottima notizia e premia lo sforzo compiuto in questi mesi da Governo e parti sociali per scongiurare la chiusura difendendo l’occupazione e rilanciare la produzione”. Lo dichira il responsabile Economia e Lavoro del PD, Filippo Taddei.

“E’ peraltro una grande soddisfazione personale anche in virtù degli impegni assunti dopo la mia visita agli impianti nelle settimane passate” continua Taddei “l’’operazione si aggiunge a quelle messe in campo dal Governo che hanno permesso di salvare i posti di lavoro e la produzione di Electrolux e della Lucchini, solo per citare i casi più eclatanti. E’ la dimostrazione che il lavoro nel nostro Paese viene difeso concretamente da un Governo che, allo stesso tempo, sta operando con ogni forza per accrescerlo. Si tratta di un risultato importante che deve spingerci ad accelerare sul cammino delle riforme per far ripartire la crescita, unica garanzia per la ripresa dell’occupazione”.

“Finalmente la notizia che in tanti, a Terni, in Umbria e in Italia, aspettavamo: con il contributo e la firma di tutte le parti si è raggiunto l’accordo sull’Ast!”. Così la vice presidente della Camera e parlamentare umbra Marina Sereni dopo la firma dell’intesa al Mise.

“Un accordo positivo, che evita i licenziamenti e che raggiunge un equilibrio soddisfacente tra i sacrifici chiesti ai lavoratori e gli impegni chiesti all’azienda in termini di investimenti e di garanzie per il futuro produttivo dell’impianto – continua – Dobbiamo ringraziare i lavoratori e i sindacati per aver condotto una vertenza dura e difficile, dobbiamo ringraziare l’intera comunità di Terni e della Regione che ha manifestato in questi mesi solidarietà e sostegno”.

“Dobbiamo riconoscere e apprezzare il ruolo attivo e determinante delle istituzioni locali e del Governo nazionale che – anche raccogliendo le sollecitazioni venute dai parlamentari umbri – hanno mantenuto gli impegni – conclude – mettendo in campo un’azione di mediazione e proposte concrete per rendere possibile e migliorare l’accordo tra le parti”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.