Arte contro la mafia

By on 11 Aprile 2013

arte contro mafiaIQ. 11/04/2013 – Arte contro la mafia, i disegni di Michelangelo esposti in una scuola di Casavatore (Na)

L’iniziativa di promozione culturale in territori caratterizzati da forte presenza di associazioni malavitose presentata al Viminale. Cancellieri: «La battaglia per la legalità si vince quando diventa battaglia delle coscienze»

La ‘battaglia per la legalità’, che con le attività di contrasto condotte giorno per giorno dalle forze dell’Ordine già ottiene delle ‘vittorie sul campo’, «si vince soltanto se diventa una battaglia delle coscienze. E le coscienze hanno bisogno di strumenti, e lo strumento culturale più semplice ed anche più immediato è la bellezza».

Con questa parole il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri ha commentato la presentazione, l’8 Aprile al Viminale, dell’iniziativa promossa dal comune di Casavatore (Na), organizzata dall’associazione culturale Metamorfosi e sostenuta dall’associazione Libera, che porterà il disegno di Michelangelo Buonarroti ‘Studi per la testa della Leda’ ad essere esposto, dal 24 aprile al 2 giugno, nell’istiituto Matilde Serao di Casavatore.

«Pensiamo cosa può significare in un territorio così tormentato portare Michelangelo – ha continuato il ministro (il sindaco Salvarore Sannino è stato recentemente vittima di un attentato camorristico ndr). Le opere d’arte di grandi maestri trasmettono emozione e conducono alla rilfessione. Soprattutto nei giovani. Credo – ha detto ancora Cancellieri – che recuperando i valori propri di un grande Paese come l’Italia, recuperando i valori del bello e del giusto, si può avere una forma di rinascimento».

‘Il Rinascimento contro le mafie la Leda di Michelangelo a Casavatore’, infatti, intende proprio promuovere cultura e creatività nei difficili territori caratterizzati da una forte presenza di associazioni malavitose.

Per il ministro si tratta di un tipo di operazione che «può portare nel tempo dei risultati molto importanti. La bellezza, la cultura, l’arte sono strumenti e veicoli straordinari. Bisogna andare avanti su questa strada – ha auspicato Cancellieri – che può condurre i cittadini ad avere la forza di reagire davanti alle prevaricazioni a difendere la loro storia culturale».

Alla presentazione hanno preso parte il sindaco di Casavatore Salvatore Sannino, il presidente dell’Associazione MetaMorfosi Pietro Folena, il rappresentante dell’Associazione Libera per la Campania Geppino Fiorenza, il segretario generale del ministero dei Beni Culturali Antonella Recchia, la direttrice della Fondazione Casa Buonarroti Pina Ragionieri e Silvana Fucito della Federazione antiracket italiana.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.