Arrestato il presunto assassino dell’orefice di Milano

By on 27 Marzo 2013

OreficeIQ. 27/03/2013 – Dopo pochi giorni di indagini la polizia ha arrestato l’assassino dell’orefice 76enne ammazzato nella sua gioielleria milanese in zona Brera, Giovanni Veronesi.

Si tratta di un ex operaio disoccupato, che nella gioielleria aveva compiuto alcuni lavori. L’uomo è stato rintracciato all’estero.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, riportata da Repubblica, il disoccupato, sfrattato e senza più un euro in tasca, ha deciso di compiere la rapina, e conoscendo il negozio di Veronesi ha scelto lui. Ma l’orefice ha reagito e ha ferito l’aggressore, che quindi l’ha ucciso.

A incastrarlo è stato il telefonino di Veronesi, rimasto nel giaccone portato via dal rapinatore assieme al bottino: quando la figlia dell’orefice, trovando la porta chiusa, ha composto il numero, il cellulare ha squillato e della chiamata è rimasta traccia nei tabulati. Analizzando i quali gli investigatori hanno visto che il telefonino, in quel momento, si trovava in un paese del Milanese.

La polizia ha fatto quindi irruzione in un albergo, trovando però solo le bende insanguinate utilizzate dal rapinatore. Una volta identificato, non è stato difficile rintracciarlo all’estero: con sé aveva ancora il bottino della rapina.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.