Aquilani consente di mantenere l’imbattibilità dell’Italia nel Girone B.

By on 12 Ottobre 2013

danimarca-italia 2-2

IQ. 12/10/2013 – Un gol di Aquilani allo scadere consente all’Italia di pareggiare in Danimarca e di conservare l’imbattibilità nel girone e nelle sfide di qualificazione al Mondiale, dove gli Azzurri non perdono da oltre nove anni.

A Copenaghen finisce 2-2, ironia della sorte lo stesso risultato di Danimarca-Svezia, la partita che nell’Europeo del 2004 aveva condannato la Nazionale di Trapattoni ad un’ingiusta eliminazione. Ma stavolta la beffa è tutta per i danesi. Dopo un primo tempo ben giocato dall’Italia, passata in vantaggio con un gol gioiello di Osvaldo e raggiunta al 45’ da Bendtner al primo tiro in porta della squadra di Olsen, gli Azzurri hanno sofferto nella ripresa, con Buffon salvato dai legni colpiti da Eriksen e Bjelland.

Al ‘Parken Stadium’, gremito e vestito a festa anche grazie alla bella coreografia del pubblico di casa, Prandelli ha optato per un modulo ad albero di Natale schierando Osvaldo come terminale offensivo supportato da Candreva e Diamanti. Davanti a Buffon una difesa a quattro con Ranocchia a far coppia con Chiellini e De Silvestri e il rientrante Balzaretti esterni. In mezzo al campo, con Pirlo in panchina e l’acciaccato Verratti in tribuna, spazio a Thiago Motta, Montolivo e Marchisio.

aquilani

Tante le novità e una vetrina importante per chi negli ultimi mesi ha avuto meno occasioni per mettersi in mostra. Incoraggiata dal successo nel pomeriggio dell’Armenia sulla Bulgaria e intenzionata a giocarsi le ultime chance di accedere ai play off, la Danimarca ha cercato di partire con il piede sull’acceleratore, con un pressing altissimo e Braithwaite e Krohn-Dehli molto mobili alle spalle di Bendtner, un passato da comparsa più che da protagonista nel campionato italiano. Ordinata e precisa nel fraseggio, l’Italia ha però spento sul nascere le velleità dei danesi, rendendosi pericolosa con un paio di belle ripartenze orchestrate da Diamanti. Al 28’ ecco arrivare poi il capolavoro di Pablo Daniel Osvaldo: lungo lancio di Thiago Motta, controllo in corsa a eludere l’intervento del difensore e destro chirurgico all’angolino. Un gol bellissimo, il quarto in maglia azzurra per l’attaccante passato in estate dalla Roma al Southampton. Inconsistente la reazione della squadra allenata da Olsen, lenta e prevedibile nella manovra, ma all’ultimo secondo del primo tempo è arrivata inaspettata la rete dell’1-1, con Bendtner abile a prendere il tempo in elevazione a Balzaretti e a schiacciare di testa in rete. Un tiro nello specchio della porta e un gol, il massimo risultato con il minimo sforzo.

Danimarca cinica e fortunata, ma la sorte ha voltato le spalle ai padroni di casa solo dieci minuti più tardi, quando Eriksen ha centrato il palo con un calcio di punizione a Buffon battuto. Dopo un primo tempo povero di emozioni, le occasioni si sono susseguite nella ripresa e al 14’ è toccato a Marchisio, imbeccato da Diamanti, sfiorare il 2-1 con un sinistro parato a terra da Andersen. Poi la traversa ha salvato una seconda volta Buffon su un bolide di Bjelland sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo. Con le squadre lunghe e più spazi a disposizione, dalla scacchiera la sfida si è trasferita sul ring: la Danimarca a spingere sulle corde gli Azzurri e l’Italia a cercare di far male in contropiede. A trovare il colpo che è sembrato mettere al tappeto l’Italia è stato ancora una volta Bendtner, bravissimo a salire in cielo e a rubare il tempo a Balzaretti per l’incornata del 2-1. Al 91’ però Diamanti ha pescato in area Osvaldo e la conclusione dell’attaccante ha sbattuto sul ginocchio di Aquilani finendo la sua corsa in rete. E’ un 2-2 che fa male alla Danimarca e che la allontana dal Brasile, dove l’Italia può arrivare da imbattuta superando martedì l’ultimo ostacolo sulla strada del Mondiale.

Risultati e classifica del Gruppo B

Danimarca-Italia 2-2

Malta-Rep.Ceca 1-4

Armenia-Bulgaria 2-1

Classifica: ITALIA 21 punti, Bulgaria e Danimarca13, Armenia e Rep. Ceca 12, Malta 3

DANIMARCA-ITALIA 2-2

Danimarca (4-2-3-1): Andersen; Jacobsen, Bjelland, Agger, Boilesen; Kvist, Ziemling (37′ st Andreasen); Eriksen, Krohn-Dehli, Braithwaite (1′ st Larsen); Bendtner (39′ st Makienok). A disp.: Schmeichel, Hansen, Kjaer, P. Ankersen, J. Ankersen, Delaney, Nielsen, Sloth, Fischer. Ct.: Olsen.

Italia (4-3-2-1): Buffon; De Silvestri, Ranocchia, Chiellini, Balzaretti; Marchisio (24′ st Aquilani), Montolivo (36′ st Gilardino), Thiago Motta; Candreva, Diamanti (32′ st Cerci); Osvaldo. A disp.: Sirigu, Marchetti, Abate, Astori, Bonucci, Florenzi, Pirlo, Giaccherini, Rossi. Ct.: Prandelli.

Arbitro: Lannoy (Fra)

Marcatori: 27′ Osvaldo (I), 45′ Bendtner (D), 34′ st Bendtner (D), 46′ st Aquilani (I)

Ammoniti: Bjelland, Ziemling, Bendtner (D)

(Fonte Figc)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.