Almeno 168 persone morte e 745 feriti a causa di uno tsunami

By on 23 Dicembre 2018

Almeno 168 persone sono morte ed altre 745 sono rimaste ferite a causa di uno tsunami che si è abbattuto sulle spiagge attorno allo Stretto della Sonda, che separa le isole indonesiane di Giava e Sumatra. Molti gli edifici danneggiati. Ci sarebbero anche 30 dispersi. Secondo il premier australiano al momento non risultano stranieri tra le vittime.

Con un muro d’acqua di circa 20 metri, lo tsunami ha danneggiando centinaia di costruzioni tra cui diversi alberghi. Secondo la stampa locale, l’onda anomala che ha colpito la zona potrebbe essere stata provocata da frane e smottamenti sottomarini innescati dalla recente eruzione del vulcano Krakatoa.

Bilancio destinato ad aggravarsi – Secondo l’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri, il bilancio delle vittime “è destinato ad aumentare”, dato che molte delle aree colpite non sono state ancora raggiunte dai soccorritori. Secondo l’Australian Broadcasting Corporation, nella sola zona di Lampung, a Sumatra, i morti sarebbero almeno 113. Mentre a Pandeglang, sull’isola di Java, le vittime sarebbero 92. Non ci sono ancora conferme ufficiali.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.