Aeroflot, ecco cosa è accaduto.

By on 7 Maggio 2019

Stando al quotidiano Moskovskij Komsomolets, i piloti hanno lanciato il codice 7600, che significa «perdita di collegamento», appena si sono trovati in difficoltà una manciata di minuti dopo il decollo avvenuto alle 18,03 dall’aeroporto moscovita di Sheremetyevo. Alcuni passeggeri sostengono che il velivolo sia stato colpito da un fulmine o forse da più di uno (pare vicino al vano dei motori) a circa 3mila metri di altezza. A questo punto i piloti hanno preso immediatamente il controllo manuale dell’aereo, ma soltanto al secondo tentativo sarebbero riusciti ad atterrare intorno alle 18,30. Purtroppo nell’impatto violento con la pista dell’aeroporto di Sheremetyevo i serbatoi del Sukhoj hanno preso fuoco. Da qui l’incendio e le fiamme che hanno avvolto la parte posteriore dell’aereo.

Le immagini delle telecamere fisse sono eloquenti nella loro drammaticità. Una volta fermo, «in 55 secondi», ha comunicato l’Aeroflot, gran parte dei passeggeri e dell’equipaggio del volo SU1492 diretto a Murmansk sono stati evacuati sugli scivoli di emergenza, ma per 41 persone (tra cui due bambini) non c’è stato scampo. La compagnia di bandiera russa ha pubblicato nel giro di poche ore la lista dei sopravvissuti e di quanti sono stati ricoverati in ospedale. Tre passeggeri sarebbero in condizioni disperate.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.