Abbandono degli animali

By on 24 Giugno 2013

cane abbandonatoIQ. 24/06/2013 – Una piaga crudele che ha radici umane contro gli alleati della fedeltà

di Luana Forlazzini

Anche quest’anno è arrivata l’estate e con essa incrementano gli abbandoni dei nostri amici a quattro zampe e con l’avvicinarsi delle sospirate ferie gli animali sono “gettati” via come regali vecchi e non desiderati.

Durante l’anno sono acquistati e regalati o donati con tanto entusiasmo e gioia per i compleanni, feste e ricorrenze speciali; amati coccolati e all’improvviso un bel giorno l’animale si ritrova in un luogo sconosciuto senza più un riparo, cibo, acqua e la sua famiglia, che fino ad ieri gli aveva voluto bene.

Abbandonare un cane equivale a condannarlo a morte. Un guinzaglio che prima serviva per portarlo a passeggio può trasformarsi in un cappio per un cane abbandonato in un bosco, la strada diventa causa d’investimento dove il povero animale trova o la morte o un atroce agonia fatta di stenti e tanta sofferenza.

L’abbandono e’ inoltre fonte d’incidenti stradali, porta al randagismo e alla vita selvaggia dell’animale.

In Italia ci sono circa 500 mila animali randagi e purtroppo l’abbandono non riguarda solo cani e gatti ma bensì interessa anche le specie esotiche. Molti rettili vengono rilasciati in giardini e parchi pubblici oppure nei corsi d’acqua.

Abbandonare un animale e’ un reato, in Italia e’ vietato ai sensi dell’art.727 del codice penale e’ punito con l’arresto fino ad un anno oppure con un’ammenda da 1000 a 10.000 mila euro e chiunque compie questo gesto può diventare responsabile di omicidio colposo.

Ogni anno tanti cani e gatti trovano la morte per l’egoismo degli esseri umani che partendo per le vacanze se ne disfano senza pensarci due volte, altri sono catturati e portati nei canili e i più fortunati trovano una nuova famiglia pronta ad amarli per sempre.

Invece di abbandonare il nostro amico a quattro zampe pensiamo ad una soluzione alternativa, ci sono pensioni per cani e gatti, a volte anche il proprio veterinario ha la possibilità di tenere il nostro fedele amico, oppure rivolgiamoci ad un dog syitter, vicini di casa o amici e parenti. Ci sono mille possibilità di poter lasciare in affidamento per un periodo il nostro animale, un’ottima soluzione e’ quella di scegliere una località di vacanza dove accolgono anche i nostri amici a quattro zampe, così ci accompagnano anche durante le ferie.

Incontrare un cane abbandonato e’ molto angosciante, vedere i suoi occhi terrorizzati e lo sguardo triste ci fa capire che anche loro hanno un cuore, un’anima e l’amore che hanno nei confronti del proprio padrone non si può paragonare a nulla, lui ti amerà per sempre, anche se lo hai lasciato solo.

Negli ultimi anni il problema dell’abbandono degli animali e’ stato preso molto a cuore dalle associazioni e movimenti animalisti, sensibilizzando le persone con campagne pubblicitarie e informative, oggi grazie anche ai social network si possono diffondere in modo veloce e tempestivo le notizie e sensibilizzare le persone a non abbandonare il nostro amico a quattro zampe.

Quindi quando pensiamo di regalare o acquistare un cucciolo ricordiamoci che e’ un essere vivente bisognoso di cure e di tanto amore ma sopratutto non dimentichiamo che lui non ci abbandonerebbe mai.

Ogni essere vivente, d’ogni specie, avrebbe la vita segnata in negativo se nel suo cammino si azionano gesti crudeli, feroci e senza cuore.

Lasciamo fuori dal cancello una ciotola di cibo e acqua, possiamo salvare un animale abbandonato. Gesti semplici e dall’efficacia sicura e nobile. Fare del bene e tutelare la vita in senso generale arricchisce il cuore e ci apre la porta per le prossime buone azioni.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.