450.000 morti in Siria. UIL FPL “Basta Guerre”

By on 14 aprile 2018

“La UIL FPL, in linea con la scelta del nostro Confederale, ha deciso di aderire all’appello di Rete della Pace: “Cessate il fuoco”, fermiamo le guerre in medio Oriente!”

Lo comunica in una nota il Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi.

“Quanto sta avvenendo in Siria è intollerabile, oltre 450.000 morti e circa 2 milioni i feriti, molti dei quali bambini, causati dal conflitto che ha devastato il paese negli ultimi 7 anni, 5 milioni di rifugiati che hanno cercato riparo fuori dai confini del Paese e  6,3 milioni di sfollati interni.

Una catastrofe umanitaria che ha cancellato tutti i principi del diritto internazionale nell’anno in cui ci apprestiamo a ricordare la Dichiarazione universale adottata il 10 dicembre 1948 dopo gli orrori della Seconda Guerra Mondiale.

La UIL FPL che rappresenta le lavoratrici e i lavoratori della Sanità Pubblica e Privata, delle Autonomie Locali e del Terzo Settore  si impegnerà a promuovere iniziative nei luoghi di lavoro per ribadire con forza il rifiuto a tutte le guerre e conflitti in Medio Oriente e per riaffermare la necessità della difesa della vita umana, sopra ogni calcolo o interesse di parte”  – conclude il Segretario Librandi.

Il Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.