Fondi strutturali europei, Italia ancora ferma al 37%.

By on 13 dicembre 2017

È l’Irlanda il primo della classe in Ue per l’utilizzo dei fondi strutturali europei, quarto è invece il Regno Unito. Dai 6,14 mld messi a bilancio (3,36 dei quali provenienti dalle casse Ue), Dublino ne ha assegnato il 79% a progetti già selezionati, quasi raddoppiando il 44,1% fatto registrare il 31 dicembre 2016. Londra, invece, che può contare su quasi 30 mld (16,4 Ue), a fine ottobre ha già raggiunto un tasso di selezione del 63% (dal 58,3% del 2016). La seconda migliore performance nell’Unione la registra l’Ungheria del presidente euroscettico Viktor Orban (78%), la media europea è del 44%, mentre l’Italia è ancora ferma al 37%.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *