L’Fbi non informò i funzionari americani a rischio di cyber-intrusioni

By on 27 novembre 2017

L’Fbi non informò i funzionari americani a rischio di cyber-intrusioni pilotate da Mosca, nonostante sapesse che nel mirino degli hacker erano finite decine di dipendenti federali, militari membri dell’intelligence. Lo rivela un’inchiesta condotta dalla Associated Press che ha messo in campo una squadra di reporter dedicata per due mesi a spulciare la lista di possibili ‘vittime’. In particolare l’inchiesta rivela che l’Fbi sapeva da circa un anno che un’ottantina di soggetti erano nel mirino del gruppo di hacker noto come ‘Fancy Bear’, considerato vicino al Cremlino, ma solo un paio di essi furono avvertiti.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *