Un presunto nuovo caso di malasanità scuote la capitale.

By on 21 novembre 2017

Un presunto nuovo caso di malasanità scuote la capitale. Una ragazzina di 14 anni è morta il 6 novembre scorso a seguito di un aneurisma celebrale, forse per colpa della diagnosi tardiva dei medici. È quanto emerge dalla denuncia della famiglia della giovane vittima. La ragazza – che sarebbe giunta all’ospedale Pertini di Roma dopo aver perso dalla bocca e dalle orecchie sangue a scuola – sarebbe infatti rimasta in stato di totale incoscienza per tre ore, sdraiata su un lettino con una flebo attaccata al braccio. Per i medici del Pronto Soccorso infatti era solo stress, ma invece si trattava di un aneurisma celebrale.

La procura di Roma dopo la denuncia dei familiari della giovane ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo a carico di ignoti.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *