Commemorata la figura di Cesare Bartorelli insigne scienziato.

By on 27 ottobre 2017

Cesare Bartorelli commemorazione alla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, nella Chiesa della Beata Vergine Annunciata all’interno dell’ Universita’ degli Studi – Amici di Milano, informa
Associazione
AMICI DI MILANO
informa

Commemorata la figura di Cesare Bartorelli insigne scienziato, medico dalla grande umanita’

Chiesa della Beata Vergine Annunciata
nel cortile dell’Universita’ degli Studi di Milano, Ca’ Granda.
Folla straripante di medici illustri, di amici di famiglia, di allievi riconoscenti.

Una splendida serata di fine ottobre, una storia che fa onore a Milano.
* * *
Per iniziativa della Dottoressa Anna Parravicini, giornalista e coordinatrice di medicina in teatro, la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, nel ciclo “I grandi medici del Policlinico “ ha ricordato la figura insigne del Prof. Cesare Bartorelli, Direttore della Clinica Medica dal 1966 al 1981

Ha aperto la commemorazione il Professor Giorgio Cosmacini, medico radiologo, filosofo, grande storico della medicina, che aveva collaborato per più di 20 anni con Bartorelli.

Ricordando le tappe della sua carriera, svolta tra Zurigo, Siena, Parma e Milano ne ha sottolineato le capacità di scienziato, ma anche le grandi doti imprenditoriali, concretizzate nella costruzione dell’Istituto di Ricerche cardiovascolari Giorgio Sisini e successivamente nella costruzione del Centro Cardiologico Fondazione Monzino, attualmente uno dei punti di riferimento della cardiologia europea.

Cosmacini ha inoltre ricordato il prof. Bartorelli come Maestro e i tanti allievi della Sua scuola che l’hanno seguito nel suo percorso: tra i primissimi, Folli e Zanchetti e poi Libretti, Guazzi, Leonetti, Malliani, Fiorentini, Cavallini, Samperi, Mancia ,Grazi, Baccelli, Polese e Lombardi a loro volta grandi medici e ricercatori.

Tra i suoi molti allievi presenti il Prof Alberto Zanchetti, suo successore, allievo prediletto ed amico, ne ha tratteggiato con grande efficacia il ritratto umano e professionale, non dimenticando le sue grandi capacità di ricercatore.

Gli studi di Bartorelli sono stati fondamentali nella scoperta della terapia dell‘ ipertensione arteriosa, una delle maggiori conquiste scientifiche della seconda metà del 900 .

Lo ha ricordato infine il Professor Lombardi , il piu’ giovane degli allievi che ha documentato come le idee di Bartorelli siano ancora oggi alla base di ricerche scientifiche e conquiste di grande utilità terapeutica.

Massimiliano Finazzer Flory ha recitato un ricordo facendolo “rivivere “ in una interpretazione teatrale che ha commosso i numerosi parenti, allievi ed amici presenti.

L’incontro si è concluso con il saluto del Presidente del Policlinico Marco Giachetti che ha ricordato Bartorelli come medico a 360° per le sue capacita’ cliniche ed umane e per la sua grande empatia.

Foto di archivio:
– da sin. Anna Bartorelli Rocco, Achille Colombo Clerici, Francesco Rocco, Livia Pomodoro, Enrico Letta

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *