“ITALIA CELERE promuove “NOI FAMIGLIA POLIZIA”

By on 25 settembre 2017

Riceviamo e Pubblichiamo


“ITALIA CELERE promuove “NOI FAMIGLIA POLIZIA”, una manifestazione che si svolgerà l’11 ottobre p.v. a Piazza Montecitorio dalle ore 11,00 alle ore 14,00. Il sit-in di Italia Celere vuole dimostrare “contro il Governo nazionale che scarica addosso alla Polizia di Stato le proprie responsabilità ed incapacità, – ha dichiarato Andrea Cecchini (Segretario di Italia Celere – organizzazione sindacale della Polizia di Stato) – contro un Parlamento che vuole i poliziotti torturatori e ci considera matricole e a favore invece dei poliziotti, di tutte le forze dell’ordine e delle loro famiglie vittime dei tagli alla Sicurezza e delle ipocrite scelte della politica italiana.”
“La battuta ‘la ipocrisia del Governo ha ucciso Serpico’ vuole essere ovviamente una provocazione; – ha proseguito Andrea Cecchini – la Polizia ha fatto, ed è sempre pronta a fare, il proprio dovere ma negli ultimi anni è stata depotenziata dai costanti minori investimenti finanziari e subdolamente demotivata da una serie di leggi eccessivamente garantiste. Un poliziotto nello svolgimento delle proprie funzioni rischia quotidianamente di essere offeso fisicamente nello scontro con la criminalità; gli ultimi episodi con il lancio anche di bombole di gas accese sono solo alcuni degli innumerevoli casi di deliberata aggressione a chi porta la divisa. E contemporaneamente i poliziotti rischiano di essere sospesi dal servizio per il proprio zelo posto nell’applicazione della legge. Una stridente contraddizione che obnubila i poliziotti.”
La percezione della insufficiente sicurezza nell’opinione pubblica con microcriminalità, furti, scippi, violenza contro donne e persone anziane, che occupano gran spazio nei mass-media è in costante aumento. – ha dichiarato Andrea Cecchini – Sfogliando i giornali il quadro è altrettanto raccapricciante e fotografa lo stato di precarietà percepito dai cittadini italiani. Dobbiamo purtroppo registrare che spesso in prima pagina si preferisce riportare le infelici battute di qualche collega, raccolte in momenti di particolare stress, piuttosto che rimarcare le particolari condizioni in cui devono operare gli operatori della sicurezza delle forze dell’ordine.
“Il Governo nazionale ha abbandonato i cittadini italiani e la ‘Famiglia Polizia’; – continua Andrea Cecchini – tuttavia Italia Celere, nel rispetto della legalità, con la sua presenza in piazza Montecitorio vuole contribuire alla nascita di una nuova e forte consapevolezza dei propri diritti (scevra da pericolosi revanscismi) per pretendere dalle istituzioni competenti più investimenti in bilancio per rafforzare strutture, mezzi e uomini e una più forte collaborazione fra forze dell’ordine ed Esercito per rafforzare la presenza dello Stato sul territorio.
“Andrea Cecchini ha concluso invitando se stesso, tutti i Sindacati della Polizia di Stato e del Comparto Sicurezza, i COCER, e tutti i colleghi ad una presa di coscienza dei propri diritti e ad un caparbio confronto con il Governo per rafforzare la Polizia di Stato e le altre istituzioni a cui è demandato il controllo del territorio; porteremo in piazza – termina Andrea Cecchini – le Famiglie dei Poliziotti perché proprio loro sono l’anello debole e le vittime delle scelte scriteriate di Governo, Parlamento, Stampa e Magistratura, loro pagano per tutti e, pagando loro, paga tutto il popolo italiano. Invito a scendere in piazza i nostri familiari, gli amici ed i sostenitori ricordando che solo nella Legalità e nella Verità possiamo trovare la Libertà. Il nostro motto sarà ‘SUB LEGE LIBERTAS SED ETIAM NULLA LIBERTAS SINE VERITAS”.
Roma, 23 settembre 2017
La SEGRETERIA NAZIONALE DI ITALIA CELERE

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *