La crescita in Italia è più forte delle attese

By on 20 settembre 2017

La crescita in Italia è più forte delle attese grazie all’andamento migliore del previsto del mercato del lavoro, che ha sostenuto i consumi», ma l’occupazione è diventata più fragile. Mauro Pisu, Senior Economist del desk Italia all’Ocse, commenta – in un colloquio con Radiocor Plus – la revisione al rialzo di 0,4 punti nell’Interim Outlook delle stime del Pil della Penisola all’1,4% per il 2017 e all’1,2% per il 2018. «L’Italia è ancora in una situazione di bassa crescita, ma è uscita dall’emergenza ed è in un percorso di crescita moderata, che sta accelerando. E questo grazie alle riforme», sottolinea l’economista. Tuttavia dall’analisi dei dati sul lavoro emerge che «la qualità dell’occupazione è minore», perché spesso i nuovi posti riguardano contratti a tempo determinato, quindi «più fragili». Sono in questo ambito positive le iniziative prospettate dal Governo a favore dei giovani, ma sarebbe necessario un taglio generalizzato dei contributi previdenziali a carico delle imprese che sono «molto elevati», utilizzando le risorse reperite con la lotta all’evasione fiscale. Avanti anche con la lotta alla povert

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *