La Juve vola ai quarti di finale liquidando il Porto

By on 15 marzo 2017

La Juve vola ai quarti di finale liquidando il Porto anche nella gara di ritorno. I bianconeri partivano dai due gol segnati al Do Dragao.

La Signora non rischia praticamente nulla se non in due occasioni nella ripresa, quando la qualificazione è comunque già al sicuro grazie al rigore trasformato da Dybala nel primo tempo e alla superiorità numerica dovuta all’espulsione di Maxi Pereira.

La squadra di Espirito Santo sa bene che andare sotto vorrebbe dire con ogni probabilità essere fuori dai giochi, quindi non parte certo all’arrembaggio, lasciando invece l’iniziativa alla Juve, che ritrova Marchisio in regia e Cuadrado sulla destra.
I bianconeri si fanno vedere con Higuain, che mette a lato di testa e Dybala, che  spara fuori in due occasioni, mentre dalla parte opposta Soares prova a impegnare Buffon con un destro troppo centrale.

Così per lunghi tratti la gara non ha molto da offrire e si deve superare il ventesimo per vedere il cross di Cuadrado e lo stacco di Mandzukic, che costringe Casillas a bloccare a terra, quindi il suggerimento di Higuain per Dybala, che si allunga nell’area piccola, senza riuscire a indirizzare in porta.

La Juve cresce con il passare dei minuti e il Porto fa sempre più fatica a contenerla e dopo la girata di testa di Mandzukic, fuori di un soffio, ecco l’episodio decisivo: al 40′  Dani Alves pennella un corner sulla testa di Alex Sandro, Casillas riesce a togliere il pallone dall’angolino, ma lo spedisce sui piedi di Higuain che calcia a botta sicura. Maxi Pereira si sostituisce al portiere e nel tentativo di opporre il corpo, para letteralmente la conclusione. È rosso diretto e soprattuto è rigore, che Dybala trasforma con un rasoterra imprendibile.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *