Sanità Lazio. Gara Cup – Amministrativi, Zingaretti non rispetta gli accordi.

By on 28 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA FP CGIL, CISL FP e UIL FPL CUP-REGIONE LAZIO: 

Zingaretti non rispetta gli accordi! 
“Il 28 novembre si è svolta davanti alla Regione Lazio in Piazza Oderico da Pordenone l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori impiegati nei CUP e nei servizi amministrativi delle ASL di Roma e Lazio che protestano contro la politica dei tagli dei posti di lavoro che Zingaretti e tutta la Regione Lazio stanno portando avanti nonostante gli accordi sottoscritti”.
Così in una nota FP CGIL Roma e Lazio, CISL FP Roma Lazio e UIL FPL Roma e Lazio.
“Oggi i lavoratori tutti e le OO.SS. prendono atto del vergognoso atteggiamento della Regione che non solo non mantiene gli accordi presi, ma addirittura snobba le iniziative di chi sta rischiando di perdere il proprio posto di lavoro quale conseguenza delle bugie fin qui portate avanti dalla Giunta Zingaretti. Con centinaia di lavoratori presenti fino alle 13.00, la Regione ha proposto un incontro ben oltre il termine del presidio stesso, dimostrando ancora una volta totale disinteresse e sprezzo per questa vertenza.
Oltre 500 famiglie rischiano di passare un natale in bilico tra la possibilità di continuare a lavorare con salari decisamente ridotti e di perdere il posto di lavoro. Tra questi molti sono disabili e/o ultra cinquantenni e quindi difficilmente ricollocabili laddove dovessero uscire dal mercato del lavoro.”
“La mancata dovuta attenzione all’iniziativa di oggi – prosegue il sindacato – è purtroppo perfettamente in linea con le non risposte alle richieste di convocazione dei tavoli tecnici più volte sollecitati e che devono scongiurare i licenziamenti e l’abbassamento dei livelli salariali che le diverse gare in corso sicuramente determineranno. Non solo, la Regione avalla la gara della ASL RM2 che di fatto si presenta come una gara al massimo ribasso nascosto, visto l’enorme peso dell’elemento economico rispetto a quello quantiqualitativo.”
“Stigmatizzando il non rispettoso atteggiamento della Regione Lazio, – concludono le OO.SS. – comunichiamo che quella di oggi è stata solo la prima di una serie di iniziative che, su mandato dell’assemblea dei lavoratori, porteranno anche allo sciopero di tutto il personale coinvolto, fino a quando Zingaretti e la sua Giunta non si assumeranno la responsabilità di dare seguito agli accordi già presi evitando che venga portato avanti questo dramma sociale.”
Il Responsabile Dipartimento III Settore Uil Fpl Roma e Lazio

Il Responsabile Dipartimento III Settore Uil Fpl Roma e Lazio Pietro Bardoscia

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *