Siria, fine del regime di calma.

By on 20 settembre 2016

E’ di 40 persone uccise il bilancio di raid aerei russi e governativi su Aleppo e dintorni nelle ultime ore. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) precisando che nel bilancio sono compresi i 12 volontari della Mezzaluna rossa siriana (Sarc) uccisi da bombardamenti aerei russi o governativi effettuati nella notte contro un convoglio di 20 camion dell’Onu e della Sarc e contro un dispensario della Sarc a Urem al Kubra, a sud-ovest di Aleppo.

Gli attacchi hanno messo una pietra tombale sulla tregua in Siria, che già durante la giornata sembrava avere le ore contate. Damasco aveva annunciato la “fine del regime di calma” e Mosca, suo alleato, aveva sostenuto la scelta del governo siriano, affermando che se i ribelli non rispettano il cessate il fuoco non ha senso che il governo lo rispetti unilateralmente.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *