Bianchini (PD): “Ad Anguillara compiute scelte scellerate”.

By on 7 giugno 2016
Le ragioni del tracollo del centrosinistra, con il Pd al minimo storico ed un risultato di coalizione mai cosi basso dal 1995 – in cui però era diviso in due – impongono un’assunzione di responsabilità da parte di chi ha compiuto la scelta politicamente scellerata di trincerarsi dentro il fortino di una coalizione chiaramente in difficoltà, invece di aprirsi al contributo e all’apporto dei cittadini che non si riconoscono nelle forze tradizionali del centrosinistra.

Abbiamo inutilmente cercato di spiegare che occorreva un’alleanza larga, anche mettendo in discussione la legittima pretesa del Pd a guidare la coalizione, per battere il centrodestra unito e l’antipolitica montante. Per affermare queste ragioni ci siamo battuti alle primarie e alle elezioni,mettendoci la faccia come sempre, e non come coloro che, iscritti al Pd con ruoli di guida, hanno fatto apertamente votare la lista civica, inserendo propri candidati, con risultati in verità assai modesti.

Le primarie, condite dai soliti insulti, volgari e stantii come chi li ha pronunciati, e dai giochetti delle candidature civetta, ci hanno consegnato un centrosinistra rinchiuso in se stesso e incapace di dialogare con la città, a prescindere dal giudizio sulle qualità del candidato a Sindaco.

I cittadini hanno nuovamente dato fiducia ai nostri candidati, a differenza di quelli sostenuti da chi da mesi pratica costantemente l’insulto e la diffamazione, non avendo altri argomenti per coprire la propria inettitudine.

I responsabili di questo tracollo hanno l’obbligo di farsi da parte. Il Partito Democratico di Anguillara deve aprire le porte per fare entrare energie e sensibilità nuove, e le finestre per far uscire il tanfo del pregiudizio e dell’odio che alcuni si portano dietro come un marchio di fabbrica.

Deve iniziare una nuova stagione con un Partito Democratico inclusivo, accogliente per chiunque voglia impegnarsi, senza esami del sangue a nessuno da parte di chi non può vantare altro che le proprie miserie.

Noi di Area Democratica, donne e uomini dalle più diverse provenienze, ci saremo ancora una volta,come sempre, perché non vogliamo rassegnarci anche in futuro ad essere posti di fronte all’alternativa tra un salto all’indietro e un salto nel buio.
Lo dichiara in una nota Paolo Bianchini, componente dell’Assemblea Nazionale del PD
Paolo Bianchini, componente dell'Assemblea Nazionale del PD

Paolo Bianchini, componente dell’Assemblea Nazionale del PD

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *