Conosciamo bene DRIZZIT

By on 24 settembre 2014

Cos’è Drizzit?

Drizzit è un webcomic pubblicato in forma di striscia a fumetti a partire da Dicembre 2010 sul blog personale del suo autore, Luigi “Bigio” Cecchi. In seguito l’autore ha creato anche una pagina personale di Drizzit su Facebook e un blog a fumetti su piattaforma Shockdom.com. Tutti e tre questi siti vengono aggiornati dal lunedì al sabato con una nuova striscia.

Drizzit esordisce come una striscia parodistica del famoso personaggio Drizzt Do’Urden, protagonista di diversi romanzi fantasy scritti da R.A. Salvatore e pubblicati in Italia da Armenia; tuttavia, a parte l’ironica somiglianza del protagonista (nel nome e nell’aspetto) con l’elfo scuro sopra citato, ci sono ben pochi altri elementi che accomunano la storia di Drizzit con quella dei romanzi.

Drizzit è un elfo scuro in fuga dal sottosuolo, disgustato dalla società degli elfi scuri e dalla loro malvagità. Una volta in superficie, incontra un gruppo di avventurieri piuttosto variopinto composto dal nano Dotto, dal guerriero Wally e dalla ladra Katy Brie. La prima serie di avventure si incentra sullo scontro con una tribù di agguerriti orchi. Con il proseguire della storia, nuove occasioni di arricchirsi e ottenere fama attireranno l’attenzione degli avventurieri, finendo però quasi sempre in tragedia.

Trattandosi di una striscia a fumetti, la trama non è l’elemento principale della narrazione, ma solo un pretesto che collega tutte le strisce. Conoscere la trama dall’inizio pertanto non è fondamentale (anche se è caldamente consigliato). L’intera epopea del fumetto può essere suddivisa finora in 5 grandi blocchi: le strisce dalla 1 alla 80 presentano l’esordio di Drizzit e lo scontro contro gli orchi; le strisce dalla 81 alla 257 presentano la saga della morte e resurrezione di Drizzit, durante la quale si uniscono al gruppo una strega di nome Baba Yaga e il suo famiglio Brandolino (entrambe queste serie sono raccolte nell’albo Drizzit – Le Origini). Le strisce dalla 258 alla 407 compongono la serie durante la quale il gruppo è partito alla volta del tesoro di un drago e sono raccolte nell’albo Drizzit e il Tesoro del Drago, edito da Shockdom. Le strisce dalla 408 alla 563 contengono la saga dello scontro con Driass, la sorella malvagia di Drizzit, e il nuovo capo della Gilda dei Ladri di Topple, chiamato La Nemesi; questa serie è raccolta nell’albo Drizzit – Legami di Sangue. La strisce dalla 564 alla 719 narrano dello scontro con l’assassino Artemide (amico d’infanzia di Katy) e il malvagio bibliotecario, e infine la fuga di Katy; questa serie è raccolta nell’albo Drizzit – L’Amore è un Carnotauro Rosa. Le strisce dalla 720 in poi compongono la saga attualmente in corso di Drizzit, intitolata Drizzit – Quel Demone che non ti Aspetti.

I personaggi principali del fumetto sono i seguenti:

drizzit 9

Drizzit è il protagonista del fumetto. Si tratta di un elfo scuro iconograficamente simile all’eroe fantasy al quale si ispira: Drizzt Do’Urden. Rispetto all’originale tuttavia è notevolmente basso (nel fumetto viene spesso chiamato “tappo”). Impugna due spade magiche rubate agli orchi e possiede una versatile statuina magica in grado di richiamare una pantera di nome Glenda, ma che può essere usata anche come coltellino o cavatappi.

  • Dotto

Un nano filosofo. Possiede un’ascia che è l’unico ricordo che gli resta della sua famiglia. Il suo passato è ancora avvolto nel mistero, ma lui e Katy sono stati i primi due membri del gruppo di Drizzit. Spesso enuncia perle di saggezza e sembra conoscere bizzarre tecniche segrete naniche…

  • Wally

Un muscoloso barbaro del nord, formalmente un guerriero ma in realtà molto colto e decisamente letterato. Molto spesso nella trama lo si trova a leggere libri o a suonare strumenti, il che lo avvicina più a un bardo che a un combattente. Wally è un mezzo-demone (la madre ha avuto una storia extraconiugale con un emissario degli inferi) e questo gli ha donato caratteristiche peculiari: è praticamente immortale e talvolta si trasforma in un mostro famelico in preda a una furia cieca. In particolare la trasformazione avviene quando Wally ascolta qualcuno sbagliare le regole grammaticali o usare male i congiuntivi.

  • Katy Brie

Viene inizialmente presentata come un’abile ladra e spadaccina, ma a quanto pare l’unica abilità di Katy è quella di irritare chiunque la circondi. La ragazza ha infatti il peggior carattere del mondo, è lunatica, avida, subdola, meschina, sfacciata. Insomma ha tutte le caratteristiche per essere abbandonata dal gruppo alla prima occasione, ma stranamente se la portano dietro. Altra caratteristica di Katy è la completa assenza di seno, un argomento che ovviamente non può essere toccato senza suscitare la sua ira.

  • Baba Yaga

Si aggiunge al gruppo attorno alla striscia 250. Si tratta di una strega leggendaria (ispirata alla famosa Baba Yaga delle leggende russe) dai poteri decisamente spaventosi e dall’aspetto incantevole. E’ palesemente malvagia ma Drizzit la accoglie comunque nel gruppo sperando che cambi.

  • Glenda

Una grossa pantera nera che Drizzit può richiamare tramite una statuina magica. E’ palesemente ispirata a Guenwyvar, la pantera compagna di Drizzt Do’Urden, eroe dei romanzi di R.A. Salvatore.

  • Brando/Brandolino

Brando era l’ex-ragazzo di Katy quando entrambi erano membri della Gilda dei Ladri di Topple. In seguito, Baba Yaga ha trasformato Brando in un topolino, l’ha chiamato Brandolino e se lo porta appresso come famiglio.

http://www.shockdom.com/webcomics/drizzit/cose-drizzit-leggi-qui/

Luigi Cecchi in arte Bigio creatore di Drizzit (e della Vignetta Giggi il Pollo in esclusiva su Informazione Quotdiiana)

Luigi Cecchi in arte Bigio creatore di Drizzit (e della Vignetta Giggi il Pollo in esclusiva su Informazione Quotdiiana)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *