Sicurezza stradale, dopo la discoteca guida ‘Bob’

By on 22 luglio 2013

abuso alcoolIQ. 22/07/2013 – Parte la 10^ edizione del progetto ‘Guido con prudenza’ promosso da Polizia stradale, Ania e associazioni imprese di intrattenimento. Nei locali della riviera romagnola, della Versilia, dei litorali veneto, friulano e pugliese invito tra i gruppi a nominare l’amico che non beve e accompagna tutti a casa.

‘Chi beve non guida, chi guida non beve’. E’ lo slogan scelto per la 10^ edizione del progetto ‘Guido con prudenza’, promosso dalla Fondazione Ania per la sicurezza stradale, dalla Polizia stradale e l’Associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, partito il 19 luglio e che proseguirà per tutti i week-end fino a metà agosto.

Anche quest’anno all’ingresso dei locali che hanno aderito all’iniziativa, i giovani troveranno un punto dove addetti della Fondazione Ania li inviteranno a nominare il ‘Bob’ della serata, quello che nelle serate di festa tra amici, si impegna a non bere per guidare l’auto e riportare tutti a casa in sicurezza.

Nell’angolo della sicurezza stradale saranno distribuiti alcol test monouso in modo che tutti i ragazzi potranno valutare il proprio stato alcolemico e capire se possono mettersi al volante senza rischi. Contemporaneamente la Polizia stradale intensificherà i controlli sulle principali strade nei pressi dei locali. Se i ragazzi fermati risulteranno sobri, riceveranno ingressi gratuiti per le discoteche nelle settimane successive.

Quattro le zone d’Italia interessate dal progetto: la riviera romagnola, la Versilia, i litorali veneto, friulano e pugliese. Sul litorale romagnolo l’attività di prevenzione e sensibilizzazione nelle discoteche sarà sostenuta dalla presenza del ‘camper della sicurezza stradale’, dove sarà possibile ricevere materiale informativo sulla sicurezza stradale e provare il simulatore che consente di cimentarsi in prove di guida sicura e di valutare gli effetti negativi di alcol e droghe quando ci si mette al volante.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *