Concordia, Schettino è l’ unico imputato

By on 21 luglio 2013

schettino

Da redazione

IQ. 21/07/2013 – Schettino resta l’unico imputato per il naufragio della Concordia, transatlantico affondato al largo dell’isola del Giglio la notte del 13 gennaio 2012 e a bordo del quale persero la vita 32 persone.
Sono stati, infatti, accolti tutti i patteggiamenti richiesti.

Il giudice per l’udienza preliminare, Pietro Molino, ha letto la sentenza con cui ha condannato con pene tra 1 anno e 6 mesi e 2 anni e 10 mesi i cinque coindagati, assieme al comandate Francesco Schettino, per le responsabilità sul naufragio.
Non si sono fatte attendere le reazioni dagli avvocati di parte civile: «È una giustizia vergognosa, sono pene da abuso edilizio, non da omicidio – ha commentato l’avvocato Massimiliano Gabrielli, del pool Giustizia per la Concordia.
«Ce lo aspettavamo ma sono patteggiamenti ingiusti – ha detto l’avvocato di parte civile Daniele Bocciolini – C’è un’evidente disparità di trattamento tra questi e Schettino, il processo è monco, non è normale che Schettino sia l’unico colpevole e che 3 patteggiamenti siano sotto i 2 anni».
Al di là del parere che si possa avere su Schettino è effettivamente improbabile che la responsabilità sia solo la sua. Lui era il comandante ed è giusto che venga punito per la sua codardia ed incapacità ma un transatlantico non affonda per colpa di una sola persona.

About Redazione