Caso Kyenge, Calderoli non si dimette

By on 16 luglio 2013

cecile-kyenge  da redazione

IQ. 16/07/2013 – Calderoli si scusa ancora col ministro  Kyenge ma non si dimette. Sono arrivate, quindi, le scuse ufficiali ma non le dimissioni. Calderoli, nel suo intervento al Senato, si scusa pubblicamente con il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge da lui paragonata ad un orango, ma sottolinea che il suo non era un intervento razzista.

«Non ho difficoltà a definire le mie dichiarazioni sbagliate e offensive per le quali il presidente Napolitano si è indignato. E anche con lui mi scuso» ha detto Calderoli. Il ministro  Cecile Kyenge ha accettato le scuse ma ha paura, giustamente, che altre persone si sentano in diritto di offendere per il colore della pelle, in una sorta di emulazione alle parole di Calderoli. Le offese gratuite e le cattiverie non sono mai giustificabili e lo sono ancor meno se pronunciate da persone che godono di pubblica visibilità e che, in teoria, dovrebbero rappresentare il Paese e la correttezza.

 

About Redazione