Cancellieri a Tunisi: «Rinnovato il nostro impegno alla collaborazione»

By on 26 aprile 2013

TunisiaIQ. 26/04/2013 – Lotta al terrorismo e al crimine organizzato vanno affrontati in una logica di regione tra i Paesi della sponda Sud dell’Europa e quelli del Nord dell’Africa. E’ il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, a ribadire la posizione del nostro Paese nel corso dei colloqui di questi giorni a Tunisi dove ha incontrato il premier tunisino, Ali Laarayed, e i titolari dei dicasteri degli Interni, Lotfi Ben Jeddou, e degli Esteri, Othmane Jrandi.

«Abbiamo rinnovato il nostro impegno alla collaborazione», ha detto il ministro Cancellieri, spiegando come a quella che già oggi viene attuata nella formazione e nell’addestramento di funzionari ed ufficiali impegnati nel garantire la sicurezza in Tunisia, se ne aggiungerà un’altra, nel campo dell’intelligence e della tecnologia.

Il 23 Aprile, il ministro Cancellieri – nel corso della cerimonia di consegna di alcune imbarcazioni e fuoristrada da utilizzare, in attuazione dell’accordo di cooperazione tra Italia e Tunisia, per il controllo dei flussi migratori nel Mediterraneo – aveva ribadito che «L’Italia è vicina a Tunisi nell’azione di contrasto all’immigrazione irregolare. E lo è concretamente, assicurando la crescita delle competenze e delle potenzialità delle forze di polizia tunisine, attraverso la fornitura di apparecchi tecnologici, autoveicoli e imbarcazioni dello stesso tipo in uso alle Forze di polizia italiane».

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *