Sanità-IDI. Torluccio (Uil Fpl): Lettera inviata al Papa Benedetto XVI.

By on 27 novembre 2012

IQ. 27/11/2012

Santo Padre

Ci induce a scriverLe la drammatica situazione dei lavoratori del Gruppo IDI-Sanità, appartenente alla Provincia Italiana della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione.

Si tratta di milleottocento persone che da più di un anno combattono con ritardi e difficoltà nel pagamento delle spettanze e che ora, da tre mesi, non ricevono più lo stipendio. Milleottocento persone che continuano a lavorare con professionalità e dedizione al servizio dei cittadini bisognosi di cure ma che a fine mese non portano a casa nulla per sostentare le proprie famiglie.

E’ indescrivibile la situazione che abbiamo trovato stamattina quando siamo andati a portare la nostra solidarietà ai sei lavoratori che si sono asserragliati sul tetto dell’Istituto IDI-IRCCS di Roma: disperazione per le difficoltà economiche che stanno diventando insostenibili, paura per il futuro perché nessuno conosce la situazione reale del Gruppo, rabbia per la mancanza da parte delle istituzioni politiche ed amministrative di interventi adeguati al dramma umano e sociale che si sta consumando.

La nostra Organizzazione si sta battendo per garantire i salari e l’occupazione, ma anche perché non venga disperso un patrimonio professionale insostituibile e venga salvaguardata una struttura d’eccellenza, che è un fiore all’occhiello del servizio sanitario nazionale oltre che punto di riferimento in ambito europeo.

Dobbiamo però finora constatare una incomprensibile insensibilità rispetto alla gravità crescente della situazione.

E’ per questo che ci rivolgiamo a Lei, confidando nel’interessamento che vorrà riservare all’IDI-

Sanità ed ai suoi operatori.

Una Sua autorevole parola avrebbe un effetto incomparabile per sollecitare gli interventi doverosi

e necessari a restituire la serenità ai lavoratori ed alle loro famiglie, ai pazienti che temono di perdere un punto di riferimento indispensabile, nonché ad avviare il risanamento ed il rilancio dell’Istituto.

La ringraziamo di quanto vorrà fare e Le porgiamo i nostri deferenti saluti.

Il Segretario Generale

Giovanni Torluccio

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *