Lazio. Sit-in sotto la sede del PDL per chiedere le primarie

By on 26 novembre 2012

IQ. Roma, 26/11/2012 – “Ci sono centinaia di migliaia di elettori nel Lazio che attendevano un Congresso che non è stato fatto. Oggi decine di migliaia di elettori hanno firmato per le primarie e, in questo momento così critico per il Paese, nessuno si può permettere di dargli un altro schiaffo.

I nostri elettori rivendicano il diritto di partecipare e di decidere. Noi siamo la speranza del centrodestra”. E’ quanto dichiara, in una nota, l’assessore alle Infrastrutture e ai Lavori pubblici, Politiche della mobilità e Trasporti della Regione Lazio, Luca Malcotti che questo pomeriggio ha partecipato al sit-in sotto la sede del Pdl per chiedere le primarie.

Sulle primarie Pdl,interviene anche Santori: “Dirigenti Pdl come mosche impazzite. Primarie subito e a tutti i livelli”. il Sit in odierno é naturale seguito alla mia provocazione: “Mi fa piacere che anche altri ora siano in piazza per chiedere le primarie nel centrodestra. Nella notte dello scorso 21 ottobre ho coperto la targa di via dell’Umiltà ribattezzandola via delle primarie subito proprio per chiedere il rinnovamento della classe dirigente. Non c’é più tempo da perdere primarie subito e a tutti i livelli. E’ desolante vedere correre i dirigenti del Pdl da una parte all’altra come mosche impazzite dentro a un vaso di vetro senza sapere cosa fare e come uscire da questa crisi che loro stessi hanno contribuito a generare. Gli elettori di centrodestra sono disorientati e vogliono decidere chi dovrà rappresentarli nelle istituzioni ma solo selezionando una nuova classe dirigente voluta dai territori si potrà almeno recuperare una parte dei milioni di voti persi. Bene dunque una richiesta unitaria, forte e determinata sulle primarie solo così il centrodestra potrá sopravvivere e non morire sotto le proprie macerie”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, candidato alle primarie del centrodestra per il Sindaco di Roma.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *