Fornero: anche la vita da ministro è difficile

By on 6 novembre 2012

Di Stefania Paradiso

Tutti i mestieri e i lavori fatti con impegno e passione non sono semplici.

Un’occupazione, se svolta con amore e responsabilità, non termina con le ore lavorative effettive, ma irrompe nella propria vita, nei pensieri e nelle azioni.

Un lavoro pagato più che bene, per quanto difficile, non si può paragonare a quello faticoso e sottopagato, come quello del minatore, dell’operaio e del maestro.
Fossero chiacchiere tra amici o da bar non ci sarebbe nulla di male; il problema è che queste sono le parole pronunciate da un ministro.
A Salvatore Usala, malato di Sla e in sciopero della fame, il ministro Fornero, oltre a ricordare che per il taglio dei fondi ai disabili gravi e gravissimi “non può fare niente, decide tutto il ministro dell’economia”, ha sottolineato che “Anche la vita da ministro è difficile…”.
Si comprende che il suo ruolo non sia facile, ma non sembra esagerato e irrispettoso dire che il suo lavoro non è semplice ad una persona che grazie ai tagli del governo rischia di morire?
Non è infelice parlare di difficoltà di lavoro quando a Mirafiori ritornano i reintegrati e vanno a casa altri operai?
Il ministro piange… ma immagina quante lacrime versa un padre che non può pagare l’affitto?
Un politico deve fare il suo lavoro e non continuare ad offendere un Paese e i suoi cittadini. Anche perché quei cittadini si trovano in pessime condizioni grazie alla non capacità di gestione degli interessi pubblici.
La generazione dei giovani, di malati, dei bambini non ha un futuro. E non l’ha perché cresce sempre più il divario tra chi ha troppo e chi non ha proprio nulla.
Se invece che percepire soldi su soldi su soldi si pensasse anche a garantire un minimo di benessere ai propri simili, scenderebbero meno lacrime ma ci sarebbero più fatti.
Con le lacrime non si va avanti, non si vive, non si lavora e non si arriva a fine mese. Con i fatti e un po’ di coscienza forse sì!
Tag Fornero, tagli, politica, informazionequotidiana

About Redazione