1963-2013, si celebrano a Roma i primi 50 anni delle donne in magistratura

By on 27 Settembre 2013

leggeIQ. 27/09/2013 – Per ricordare l’evento si è svolto un convegno presso la Corte di Cassazione, organizzato dall’Associazione donne magistrato italiane (Admi), al quale hanno partecipato il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri.

Sono passati 50 anni dall’ingresso delle donne in magistratura e per celebrare l’evento si è svolto oggi presso l’aula Giallombardo della Corte di Cassazione a Roma un convegno organizzato dall’Associazione donne magistrato italiane (Admi).

«L’accesso delle donne nella magistratura, ha sottolineato Rauti nel suo intervento, ha segnato la caduta della frontiera del pregiudizio per il quale le donne non potevano ben giudicare per il loro essere donne. Nei percorsi di parità uomo donna molto è stato fatto ma se le donne continuano ad essere uccise è perché qualcosa non funziona».

«Attualmente l’impianto normativo sulle pari opportunità anche nelle responsabilità pubbliche è avanzato, ha proseguito il consigliere del ministro dell’Interno, ma esiste un difetto nell’esercizio dei diritti e il raggiungimento della parità sostanziale e sociale è una responsabilità collettiva da assumere ancora per intero».

A tutt’oggi, ricorda l’Admi, nonostante una percentuale sempre più elevata di magistrati di sesso femminile, non si può certo sostenere che sia stata raggiunta una completa parificazione di generi, soprattutto per quanto riguarda i ruoli apicali e la Corte di Cassazione. Le cause di questo fenomeno sono molteplici ed andranno indagate anche raffrontando quanto si registra in altre professioni, avvocati e notai, nell’esercizio di altre funzioni istituzionali o nell’attività di gestione di gruppi imprenditoriali.

Nel corso del convegno sono stati valutati gli apporti delle donne magistrato nell’esercizio delle loro funzioni attraverso le testimonianze di rappresentanti delle Istituzioni, di esponenti delle magistrature italiane e straniere, di rappresentanti delle professioni giuridiche e di amministratori di gruppi imprenditoriali.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.